Coro I Cantori del Caldone

Cerlongo (MN)
LOMBARDIA

Associato a U.S.C.I. Lombardia - Provincia di Mantova Unione Società Corali Italiane della Lombardia

Caldone

Contatti

Sede
Via Chiesa, 18
46040 Cerlongo (MN)

Recapito postale
Strada per Cavriana, 24/a
46040 Guidizzolo (MN)

Info

Tipo di coro
coro a voci pari maschili
Repertorio prevalente
popolare
Anno di fondazione
1977
Componenti
23

6 Tenori Primi, 7 Tenori Secondi, 5 Baritoni, 5 Bassi

Curriculum

La coralità popolare a Cerlongo, ha le sue radici nella storia della vecchia civiltà contadina. Dopo un periodo di lunga inattività dovuta ai drammi della seconda guerra mondiale, si riprende e vive una lunga stagione di interesse e coinvolgimento che porterà un gruppo di appassionati cultori della tradizione, ad unirsi e dar vita a “I Cantori del Caldone”. Il gruppo si costituisce nel 1977, si sviluppa negli anni seguenti e via via si impone come uno dei più validi e genuini interpreti di questo filone musicale. Il complesso cresce di qualità ed importanza, attira sempre nuovi coristi ed inizia un'attività concertistica e di diffusione culturale che lo vede primeggiare in ambito regionale. Ha tenuto e tiene tuttora concerti in tutta Italia ed in Europa (Francia, Spagna, Austria,Germania,Ungheria, Lituania, ecc.) riscuotendo sempre lusinghieri apprezzamenti. Ma il canto popolare essendo per sua natura l'espressione più spontanea ed autentica della musicalità di una terra, ne segue l'evoluzione sociale, si permea dei suoi valori, ne esprime la poesia. Proprio per essere costantemente specchio della realtà, per il suo ineludibile legame con l'uomo e la comunità in cui vive, sta al passo coi tempi, evolve con il contesto nel quale si colloca ed esplicita le molteplici suggestioni che via via si imprimono nella sua storia. E' naturale quindi che le costanti conquiste delle conoscenze individuali ne modifichino inevitabilmente i contorni e l'anima. Oggi non si intonano più le cante dell'aia, della corte, dell'osteria e del paese, incantevoli nella loro umiltà ma racchiuse entro orizzonti limitati. Ora, grazie anche ai media, ci si apre addirittura al mondo e molte belle melodie del folclore straniero trovano, giustamente, abituale accoglienza nei programmi concertistici più avvertiti. La nuova direttrice Nerile Januskaite, giovane ma con alle spalle rilevanti studi accademici, è stata chiamata a realizzare questo passaggio. La sua sensibilità musicale è riuscita in poco tempo a plasmare l'espressione del gruppo ed a dargli un'impronta nuova, con vocalità, sfumature, effetti e contributi di strumenti elementari che attirano l'attenzione di tutti, anche dei giovani. Ciò pone il complesso all'avanguardia nel percorso ricco di seduzione di una nuova musicalità, originale ma ancora autentica perché sempre in sintonia con il sentimento del popolo.

Cariche

Person placeholder
Presidente

Valter
Negri

Njanus
Direttore

Nerile
Januskaite

Person placeholder
Segretario

Saverio
Bettinazzi

Tipologia repertorio

Canti ed elaborazioni popolari

  • regionali
  • italiani
  • internazionali

Pubblicazioni e Registrazioni

Cd1

Anelli di stagione

[Coro I Cantori del Caldone, 2002]

...così come ogni stagione aggiunge un nuovo strato al tronco dell'albero rinnovandone la superficie e fortificandone il fusto, così ogni canzone scelta e preparata insieme, ogni difficoltà individuata e superata, ogni discussione ed ogni soddisfazione, hanno contribuito a rinnovare lo spirito del Coro rendendolo nel contempo più forte, più saldo, più maturo. Ciascuno dei canti compresi nella raccolta rappresenta per noi un anello, un livello importante della nostra storia e della nostra amicizia; a partire dai primi appresi, che fanno parte delle nostre radici, per arrivare a quelli che solo recentemente sono stati inclusi nel nostro repertorio, a testimonianza del cammino percorso... Canti contenuti: La me murusa - Fiabe - La contrà de l'acqua ciara - O Carlota -Signore delle cime Varda che vien matina - L'ultima notte - Il magnano - E canterà - Improvviso - Waltzing Matilda Benia Calastoria - L'ora della sera - Sanmatio - Cortesani - Alma llanera

Cd

NOTE SUL CALDONE

[1997]

La raccolta di canti popolari e d'autore qui presentati vuole segnare, oltre ad una nuova proposta ed una felice esperienza di ricerca musicale, anche un momento di vita corale particolarmente importante, quale il ventesimo di attività. Venti anni vissuti nel nome di una tradizione dove il cantare in coro non è solo espressione di sentimenti umani, ma modello di vita; una vita fatta di soddisfazioni e di riconoscimenti ma anche di difficoltà e periodi di scoramento che il nostro gruppo ha vissuto con intensità sempre spinto avanti dall' attaccamento alla propria terra ed alla propria cultura, dalla consapevolezza di essere il portavoce canoro del proprio paese, dall' orgoglio di essere un valido esempio di aggregazione e socialità. Tante voci, uguali e diverse, unite nel segno della musica, e cementate dall'amicizia e dalla gioia del canto corale: questo e il nostro coro...

Cerlongo

CERLONGO - I CANTORI DELCALDONE PER IL LORO PAESE

[1987]

"...Dopo qualche prova di assestamento iniziammo lo studio, a sezioni alternate, della nostra prima canzone "Caro 'l me Tone", canto banale, solo terze e quinte, del tutto propedeutico ma che a noi parve bellissimo. La sera poi che lo mettemmo assieme e potemmo ascoltare gli accordi delle nostre voci, fummo semplicemente entusiasti. Uscimmo dalla canonica, andammo al bar di Erido e con gli occhi lucidi ed il gotto proteso ed un poco traballante ripetemmo agli astanti, ammirati da tanta bravura, tutte le strofe della canzoncina. Era nato un coro!" (Sante Bardini) "...e vorremmo risentire, non dimenticati dalle generazioni future certi canti, detti o proverbi nei quali si riassumeva un etica secolare, tutti ispirati ad una modesta saggezza educata da una vecchia povertà e da sperimentata diffidenza, quella "miserabilità" che ci ha accompagnato per secoli. Ora, superata la povertà, niente ci impedisce, e l'amore ci obbliga, a conservare quella saggezza, ad affrontare il futuro con le radici salde nel passato, nel nostro prudente conservatorismo, nella nosta capacità di ridere di noi, nel nostro buon senso, insomma nella nostra identità di Cerlonghesi..." (Antonio Minuti)

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.