Coro femminile da camera Francis Poulenc

Pegognaga (MN)
LOMBARDIA

Associato a U.S.C.I. Lombardia - Provincia di Mantova Unione Società Corali Italiane della Lombardia

34818847 1314940611970416 1130039104264732672 o

Contatti

Sede
Via della Pace 14
46020 Pegognaga (MN)

Recapito postale
Roberto Braglia Orlandini
Via della Pace 14
46020 Pegognaga (MN)

Sede prove
Via della Pace, 14
46020 Pegognaga (MN)

Info

Tipo di coro
coro a voci pari femminili
Repertorio prevalente
polifonico
Anno di fondazione
1996
Componenti
11

3 Soprani Primi, 4 Soprani Secondi, 2 Mezzo Soprani, 2 Contralti

Curriculum

Fondato nel 1996, il coro femminile da camera Francis Poulenc è diretto dal Maestro Roberto Braglia Orlandini. Attualmente si avvale di undici voci femminili che propongono al pubblico un repertorio che va dalla polifonia rinascimentale alle composizioni del xx secolo. Musa ispiratrice dell’ensemble è stato il compositore francese Francis Poulenc le cui opere si rifanno alla poetica neoclassica del dopoguerra. Le affinità e l’affiatamento musicale sono gli stimoli che permettono il raggiungimento di un colore, un’interpretazione, una visione della musica fluida e globale, attenta alle possibili interconnessioni del pensiero creativo e più in generale, artistico, attraverso i secoli. Secondo questo principio, il coro si dedica allo studio del repertorio tendendo a coniugare la crescita graduale delle competenze tecniche alle caratteristiche specifiche di ogni singolo genere musicale. Il modello esecutivo risulta così essere il più possibile adeguato all’interpretazione dei diversi stili e delle diverse epoche. Una ricerca della perfezione che mira a soddisfare la coesione tra l’anima musicale e interpretazione del gruppo e nel contempo, l’attento orecchio dell’ascoltatore. Nel 1999, a tre anni dalla nascita, il coro partecipa alla prima rassegna provinciale organizzata dall’Usci, “A più voci”, con un’esibizione a Palazzo Te. Nel 2001 prende parte alla quarta rassegna internazionale “Alta Pusteria” riscuotendo grandi consensi durante i tre concerti, uno dei quali si è tenuto nella prestigiosa “Sala Mahler” di Dobbiaco. Altre importanti esibizioni sono avvenute al teatro Bibiena di Mantova. Nell’aprile 2009 il coro partecipa al Concorso internazionale di musica TIM qualificandosi alla fase finale e ottenendo il “diploma d’onore”. Nel 2010 è infine uscito, in prima registrazione mondiale, un CD dell’ensemble che propone la messa solenne “Et loquar ad cor eius”, “Salve regina” e il Salmo 111 “Beatus vir qui timet Dominum”, composizioni originali del Maestro Roberto Braglia Orlandini per piano, solo e coro femminile, per la prestigiosa casa discografica Tactus. Da segnalare inoltre, le importanti collaborazioni col noto sopranista Angelo Manzotti e il pianista Matteo Cavicchini.

Cariche

Paola p 2
Presidente

Paola
Pedrazzoli

A6rszwlcavlgqjezf93z8alclywtmb0jkl3uqze8fby
Direttore

Roberto
Braglia Orlandini

Paola b 2
Segretario

Paola
Battoni

Tipologia repertorio

Musica sacra o a soggetto religioso

  • gregoriana/monodica
  • rinascimentale
  • romantica
  • contemporanea
  • liturgica

Musica profana

  • rinascimentale
  • periodo classico
  • romantica
  • contemporanea

Canti ed elaborazioni popolari

  • internazionali

Pubblicazioni e Registrazioni

Braglia orlandini missa cover

Missa «Et loquar ad cor ejus» – Salve Regina – Beatus vir

[Tactus, 2010]

Cod.: TC.960201 Durata Totale: 48:29 Edizione: GIUGNO 2010 Periodo Storico: CONTEMPORANEO Autore: ROBERTO BRAGLIA ORLANDINI Esecutori: Angelo Manzotti: soprano solo - Matteo Cavicchini: pianoforte Organico: Coro femminile da camera «Francis Poulenc» Direttore: Roberto Braglia Orlandini Roberto Braglia Orlandini (classe 1960) è uno dei compositori italiani votati alla “resistenza”. E questo disco ne è piena testimonianza. Ma attenzione: resistere alla “barbarie musicale” della moderna liturgia non significa essere passatisti. Lo stile esibito in queste composizioni non ha nulla di antico, ma è pienamente in linea con certa estetica novecentesca che in campo liturgico ha visto in prima linea compositori quali Domenico Bartolucci o Pellegrino Santucci: un compromesso fra nuove istanze musicali, sempre trattenute entro i limiti di una sana eufonia, e l’antica tradizione.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.